Il cile visto da noi - 8ealtro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il cile visto da noi

Cile
 

                            Leggenda Cilena
            All’inizio del tempo, Dio creò le meraviglie del mondo.  Quando ebbe finito, tuttavia, vide che gli erano rimasti molti pezzi.
            Aveva parti di fiumi e di valli, di oceani e di laghi, di ghiacciai e di deserti, di montagne e di foreste e di prati e colline.
            Piuttosto che lasciare che tante bellezze andassero perdute, Dio le mise tutte insieme e le sistemò nell’angolo più remoto della terra.

                                                              È così che nacque il Cile.      


Il Cile visto da noi

     Abbiamo voluto cercare notizie sul Cile, per far sentire i nostri figli  orgogliosi delle proprie radici. Il popolo Cileno, come ogni popolo, ha la propria dignità e la propria cultura e può dare
alla cultura, alla politica, alla società un importante contributo. I nostri figli sono nati lì e non  
sono venuti dal nulla, ma da un paese ricco di storia e di tradizioni.
    Da lì sono partiti per affrontare la vita.
   Queste considerazioni devono essere presenti a chiunque vada in  Cile (n qualsiasi istituto di difesa e protezione minori a rischio giuridico-sociale), affinché abbia un atteggiamento di rispetto per i bambini e  per chi lavora per loro .
   Secondo noi l’adozione non è solo un’esperienza d’incontro tra una famiglia e un bambino, tra due bisogni , ma anche il contatto tra due mondi che devono imparare a conoscersi rispettarsi e amarsi . . . . .
                                                    
    Ricette Cilene
............lingua, usi , costumi, abitudini alimentari, sapori, odori, gestualità, musica, espressioni, modo di entrare in relazione con gli amici e con gli altri,.......
   I bambini lasciati in Istituto, quando partono dal proprio paese, devono sperimentare il dolore di due perdite: quella della madre biologica con la famiglia d’origine e quella della Madre Terra, la Pacha Mama. Per i figli dell’america latina, la Terra è anche la Pacha Mama, la Grande Madre e, in quanto madre, è fonte di vita fisica e spirituale.
 Con la perdita della propria terra viene a mancare tutto ciò che è stato tramandato loro: lingua, usi , costumi, abitudini alimentari, sapori, odori, gestualità, musica,espressioni, modo di entrare in relazione con gli amici e con gli altri, futuro immaginario e tutto ciò che avevano acquisito intimamente e venivano a creare l’identità personale.  . . . .


Cultura italiana nel mondo.

  Dal Cile un esempio, "Capitan Pastena", di avanguardia della mondializzazione delle culture.  Italiani mapuche e cileni insieme per lo  sviluppo territoriale.
   Che la multiculturalita' sia una ricchezza culturale per l'individuo e per il territorio è un dato di fatto da tempo acclarato .  Lo testimoniano le esperienze di numerosi Stati nazionali in varie parti del mondo, che pur tuttavia hanno raggiunto un buon livello di multiculturalismo solo a seguito di processi complessi e non sempre pacificamente acquisiti.     Ma che l'integrazione pluriculturale "silenziosa" costituisca una vera e propria fonte di ricchezza per i processi di sviluppo territorial e nei paesi del cosiddetto Terzo e Quarto mondo, laddove si presentano stadi diversi di "modernizzazione" delle società, spesso viene taciuto o, quanto meno, non riceve la dovuta attenzione dei media . . . . . .


Il Cile Visto da Noi


Ricette Cilene


Capitan Pastene
 
Quinta de Tilcoco
 
Isola di Pasqua
 
 
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu